Rinofiller

Il rinofiller è una moderna tecnica di medicina estetica che consente di rimodellare l’aspetto del naso senza dover ricorrere all’utilizzo del bisturi.

Come ogni trattamento di medicina estetica, il rinofiller è preferito da pazienti e medici, rispetto all’intervento chirurgico di rinoplastica, per il suo aspetto non invasivo, che quindi non richiede ospedalizzazione, anestesia o incisioni.

In cosa consiste il rinofiller?

Il trattamento consiste in micro-iniezioni di fillers, appunto, ovvero sostanze riempitive che vengono iniettate nelle aree del naso da rimodellare.

Le sostanze di riempimento possibili sono;

  • acido ialuronico;
  • coaptite;
  • botulino.

L’acido ialuronico è un componente naturale del derma, prodotto in maniera fisiologica dal nostro organismo.

Ha il compito di conferire alla pelle elasticità, luminosità e morbidezza, anche al tatto.

Ma, purtroppo, con il passare degli anni e il sopraggiungere dell’invecchiamento, la sua produzione e la concentrazione nella pelle inizia a diminuire.

L’acido ialuronico utilizzato per il rinofiller è costituito principalmente di elastina e collagene, proprio le sostanze di cui col tempo la nostra pelle diventa carente.

La coaptite è un filler composto da microsfere di idrossiapatite di calcio, un costituente naturale e fondamentale delle ossa.

Come l’acido ialuronico, è anch’esso un elemento già presente nel corpo umano, quindi biocompatibile e ben tollerato dall’organismo, e viene largamente impiegato negli interventi di medicina estetica.

Acido ialuronico e coaptite, quindi, non possono in alcun modo provocare danni alla pelle, nello specifico a quella del naso, per la loro costituzione totalmente naturale.

Anzi, le conferiscono tonicità, compattezza e luminosità proprio perché vanno a colmare una carenza, determinante dell’inestetismo.

Il botulino è, invece, un batterio anaerobico da cui si ricava la tossina botulinica, un farmaco che permette di inibire temporaneamente l’azione mimica dei muscoli.

È spesso usato per la correzione delle rughe minime di espressione o profonde dell’invecchiamento e dona subito un aspetto ringiovanito.

Per questo, trova impiego in medicina estetica, svolgendo un’azione temporanea, non definitiva e correggibile.

Rinofiller: a chi è indicato?

La rinoplastica con fillers, conosciuta pure con il nome di rinoscultura non chirurgica, è dedicata a tutti coloro i quali desiderino dare nuovo aspetto al proprio naso, modellandolo e ridisegnandone i contorni.

Non esiste distinzione di sesso nella scelta del trattamento di rinofiller, in quanto vi ricorrono sia uomini che donne non soddisfatti del proprio profilo o del proprio viso.

Il rinofiller riesce ad agire anche su piccoli difetti estetici del naso che però possono rappresentare forti disagi per chi ne è affetto.

Spesso, infatti, un inestetismo può provocare imbarazzo, difficoltà alla vita pubblica e ai rapporti interpersonali, senso di inadeguatezza in una società che ci vuole perfetti e armoniosi.

In quest’ottica, l’intervento di rinofiller può migliora notevolmente il benessere psicofisico del paziente, rendendolo più sicuro nel rapporto con se stesso e con gli altri.

La tecnica non è chirurgica, ma i risultati sono visibili e apprezzabili.

La seduta di rinofiller

Durante la seduta di rinofiller il medico estetico inocula le micro-iniezioni in tre are differenti del naso, a seconda del difetto estetico che si intende correggere:

  • alla radice, nel caso si desideri livellare il profilo del paziente, riducendo l’inestetica “gobba”;
  • sulla punta, per innalzare l’orientamento del naso;
  • sul dorso, per rimodellare l’intera forma del naso e riempire eventuali spazi vuoti o forme storte o leggermente deviate.

È necessario che il paziente e il medico estetico abbiano ben chiari gli obiettivi da raggiungere e quelli possibili da ottenere.

A questo scopo, il primo incontro con lo specialista è di conoscenza e dialogo e il paziente viene informato a proposito delle potenzialità della medicina estetica e del rinofiller, nello specifico.

La seduta avviene in ambulatorio e può durare circa mezz’ora.

L’intervento è indolore e molto sicuro, senza effetti collaterali o rischi di rigetto.

Per la natura non invasiva dell’intervento, subito dopo la seduta il paziente non deve seguire particolari indicazioni, se non quella di evitare l’esposizione diretta alla luce del sole ed evitare bagni turchi o saune.

È possibile riprendere le attività lavorative e quotidiane.

Per un’intensa attività sportiva sarà invece necessario attendere qualche giorno.

Rinofiller: i risultati

I risultati ottenuti con la tecnica del rinofiller sono apprezzabili da subito.

Dopo qualche ora, schiariranno e scompariranno anche eventuali rossori o lievi rigonfiamenti, dovuti all’azione dei piccoli aghi del trattamento.

Essendo un trattamento estetico, gli obiettivi raggiunti non sono definitivi, bensì possono perdurare per circa un anno.

Questo è dovuto anche alla tipologia di materiali di assorbimento riutilizzati che, essendo biocompatibili, vengono lentamente riassorbiti dal nostro organismo.

Il paziente, trascorso questo tempo, potrà nuovamente programmare una seduta, per ripetere l’intervento e riconquistare l’aspetto estetico desiderato.

Puntualizziamo…

La tecnica del rinofiller ha una funzione puramente estetica, di miglioramento dell’aspetto e delle proporzioni del viso, mediante interventi al naso.

Grandi problemi strutturali, funzionali (per esempio difficoltà respiratorie dal naso), malformazioni o altre patologie gravi non sono indicate a questo scopo.

Richiedi informazioni su questa pratica

    Il dott. Juri Tassinari opera e riceve in diversi centri specialistici.
    Se fosse necessario un incontro in studio, preferiresti incontrarlo a…
    RiccioneBolognaFaenzaMilanoTrento

      dichiaro di aver letto l’informativa privacy