Il peeling chimico

Il peeling chimico è una tecnica clinico-estetica capace di curare e migliorare diversi inestetismi della pelle, soprattutto nelle aree delicate del viso e del decolleté.

Si basa sul processo dell’esfoliazione chimica, attraverso la quale è possibile eliminare lo strato più superficiale della pelle, composta da cellule morte, residui di trucco o sporco atmosferico, che minano la lucentezza e la freschezza del volto.

Il peeling favorisce il turnover cellulare attraverso l’utilizzo di esfolianti chimici.

Gli esfolianti chimici

Sono molti gli esfolianti chimici utilizzati per il peeling chimico:

  • acido glicolico: particolarmente indicato per pelli con acne, psoriasi e macchie dell’invecchiamento;
  • acido salicilico: oltre alle proprietà cheratolitiche e leviganti, è dotato anche di interessanti proprietà batteriostatiche e lenitive;
  • acido mandelico: indicato per trattare le rughe di espressione e apprezzato per la sua azione non aggressiva;
  • TCA o acido tricloroacetico: indicato per inestetismi severi e rughe profonde;
  • acido retinoico:  indicato per ridurre le rughe, per correggere i danni cicatriziali dell’acne e per eliminare le macchie scure;
  • acido piruvico: sostanza esfoliante che grazie alla sua azione seboregolatrice può essere un ottimo trattamento per l’acne.

A seconda del parere del medico estetico, viene scelto un esfoliante chimico specifico per trattare l’inestetismo ed effettuare il peeling ottenendo un risultato ottimale.

Gli esfolianti chimici hanno la funzione di:

  • eliminare le cellule epidermiche danneggiate o morte;
  • favorire il rinnovamento cellulare;
  • creare nuovo collagene, indispensabile per dare elasticità e tonicità alla pelle;
  • favorire l’azione delle creme idratanti, antirughe o anti-macchie che verranno poi applicate.

Come si esegue il trattamento

Il peeling chimico viene effettuato ambulatorialmente presso lo studio dello specialista.

Non è un trattamento invasivo o doloroso, pertanto non necessita di alcun accorgimento preventivo né è necessaria l’applicazione di creme anestetiche.

La pelle del viso e del decolleté viene detersa profondamente e successivamente viene applicato l’agente caustico sulla cute con l’ausilio di un pennello.

Potrebbe rendersi necessaria l’applicazione di più strati di esfoliante chimico oppure la miscelazione di più acidi insieme.

Il prodotto applicato resta in posa per un periodo determinato e poi rimosso delicatamente.

Infine, la pelle viene pulita a fondo e idratata con creme che perfezionano il risultato ottenuto dal peeling.

Inestetismi che possono essere trattati

Il peeling chimico è indicato nei trattamenti di diversi inestetismi della pelle:

  • macchie dell’invecchiamento;
  • macchie solari (create da microtraumi da eccessiva esposizione al sole);
  • lentiggini;
  • rughe profonde o d’espressione;
  • cicatrici dell’acne severa;
  • rosacea (ovvero l’arrossamento della pelle che mette in evidenza i vasi sanguigni superficiali della pelle, soprattutto sulle guance, sulla fronte e sul mento).

Il peeling chimico può essere effettuato anche in zone diverse del corpo, per migliorare l’aspetto estetico minato da smagliature, dermatite seborroica o psoriasi.

Tipologie di peeling chimico

Esistono tre diversi tipi di peeling chimico, che cambiano a seconda del grado di profondità dell’esfoliazione:

  1. peeling chimico leggero, che serve a rimuovere lo strato più superficiale dell’epidermide, adatto al trattamento di acne, rughe leggere e secchezza della pelle;
  2. peeling chimico medio, che rimuove le cellule morte dell’epidermide e del derma ed è indicato per il trattamento di cicatrici dell’acne, rughe e perdita del tono della pelle;
  3. peeling chimico profondo, più indicato per inestetismi severi e pelli mature con rughe profonde.

Solo il peeling chimico leggero può essere eseguito in centri estetici, purché siano studi di comprovata professionalità e certificazione, soprattutto per l’utilizzo dell’esfoliante chimico.

E i risultati?

I risultati dopo il peeling chimico sono subito evidenti.

La pelle appare sicuramente più liscia, levigata e luminosa.

Anche l’effetto anti aging è da subito evidente, perché le rughe appaiono più distese e il risultato illuminante del trattamento conferisce un aspetto ringiovanito e fresco.

I risultati ottenuti con il peeling chimico, però, non sono definitivi.

Essendo un trattamento di esfoliazione e rigenerazione cellulare, i risultati sono apprezzabili immediatamente ma per mantenerli è necessario ripetere il peeling periodicamente, come una pulizia profonda effettuata professionalmente.

Secondo il parere dello specialista e secondo il tipo di acido chimico esfoliante utilizzato, la seduta andrà ripetuta, con una cadenza variabile di circa 2/4 settimane.

A chi è indicato il peeling chimico

Trattandosi di un trattamento di medicina estetica, non invasivo né definitivo, il peeling chimico può essere indicato a tutti gli adulti che desiderano migliorare il proprio aspetto estetico agendo sulla salute della pelle.

Non devono sottoporsi al trattamento:

  • le donne incinte o in allattamento;
  • i pazienti sottoposti a chemioterapia e radioterapia;
  • i pazienti che abbiano al momento qualunque tipo di herpes;
  • i pazienti che sull’area da trattare presentino cheloidi, ovvero cicatrici che hanno sviluppato tessuto fibroso.

E quali sono gli effetti collaterali?

Dopo una seduta di peeling con esfolianti chimici possono verificarsi effetti indesiderati di lieve entità, come bruciori e rossori nelle aree trattate.

In genere, si tratta di fastidi passeggeri che tendono a risolversi dopo poche ore.

Tranne nel caso di allergia e reazione cutanea all’acido utilizzato, non sono note altre difficoltà o impedimenti al peeling chimico.

Ovviamente è indispensabile rivolgersi a personale esperto, un dermatologo o un medico estetico, i quali hanno le competenze per scegliere il tipo di esfoliante chimico adatto e per consigliare al meglio le pazienti.

Richiedi informazioni su questa pratica

    Il dott. Juri Tassinari opera e riceve in diversi centri specialistici.
    Se fosse necessario un incontro in studio, preferiresti incontrarlo a…
    RiccioneBolognaFaenzaMilanoTrento

      dichiaro di aver letto l’informativa privacy