Mastoplastica riduttiva2022-07-14T18:32:11+02:00
schisi del lobo auricolare

Chirurgia della mammella

Quando si potranno vedere i risultati? Francesca2018-02-05T19:53:32+01:00

Ciao Francesca, i risultati si potranno apprezzare sin dal giorno successivo dall’intervento, anche se il risultato finale del seno prenderà la sua forma definitiva nelle settimane successive.
Buona giornata

Quanto durerà il post-operatorio? Lidia2018-02-05T19:52:04+01:00

Ciao Lidia, nella maggioranza dei casi il periodo post-operatorio è abbastanza rapido, la paziente può essere dimessa entro 24 ore, con cura antibiotica da seguire a casa. I punti di sutura verranno rimossi dopo 8-10 giorni e sarà necessario un reggiseno contenitivo da indossare giorno e notte per circa due mesi circa.
Buona giornata

Sarà un intervento doloroso? Elisa2018-02-05T19:50:30+01:00

Ciao Elisa, in genere assolutamente no, talvolta però possono rendersi necessari degli antidolorifici dopo l’intervento.
Buona giornata

Con che tipo di anestesia si effettua la mastoplastica riduttiva? Laura2018-02-05T19:48:44+01:00

Ciao Laura, di solito questo intervento si effettua in anestesia locale con sedazione.
Buona giornata

Cosa comporta un intervento di mastoplastica riduttiva? Susanna2018-02-05T19:47:16+01:00

Ciao Susanna, la mastoplastica riduttiva comporta l’asportazione dell’eccesso di volume del tessuto del seno e della pelle.
Buona giornata

Quanto dura l’intervento di mastoplastica riduttiva? Paola2018-02-05T19:45:42+01:00

Ciao Paola, non vi saranno modifiche alle mammelle se il peso del corpo rimarrà più o meno lo stesso. Se ci sarà un aumento del peso generale, va da sé, che si distribuirà in modo omogeneo su tutto il corpo e quindi anche sul seno. È vero anche il contrario; se ci sarà un dimagramento, pure le mammelle caleranno. In linea di massima il risultato rimarrà per anni.
Grazie

Le cicatrici saranno visibili? Bea2018-02-05T19:44:11+01:00

Ciao Bea, Come qualsiasi altro intervento chirurgico le cicatrici inevitabilmente ci saranno a seconda dell’area da asportare, è chiaro che si cerca sempre di nasconderle il più possibile all’interno di pieghe e solchi riducendone per quanto possibile la visibilità.
Buona giornata

Dove si effettueranno le incisioni? Teresa2018-02-05T19:40:37+01:00

Ciao Teresa, le incisioni si effettuano lungo i segni precedentemente disegnati e predisposti per la riduzione del seno, infine le cicatrici saranno poste in forma circolare intorno l’areola e una verticale lungo il solco mammario. Nei casi più rilevanti la cicatrice è a T rovesciata.
Buona giornata

In cosa consiste l’intervento di mastoplastica riduttiva? Saluti Raffaella2018-02-05T19:39:06+01:00

Ciao Raffaella, la mastoplastica riduttiva è un intervento che dà non solo un risultato estetico molto bello, ma ha anche vantaggi sotto il profilo del dolore (lombalgie e dorsalgie), meno irritazione cutanea al solco e meno imbarazzo nella vita sociale. Come vedi ha diverse indicazioni: estetiche, funzionali e psicologiche.
È un intervento che si esegue in anestesia generale e si procede a riduzione di una parte della mammella. Vi sono diverse tecniche, ma tutte hanno il medesimo scopo, ridurre di volume la mammella e chiaramente anche di peso!
Grazie

Quali sono i rischi di una mastoplastica riduttiva? Jenny2018-02-05T19:37:02+01:00

Ciao Jenny, la dorsalgia e la lombalgia, insieme a irritazione cutanea e limitazioni funzionali nella vita di tutti i giorni, sono indicazioni per sottoporsi a mastoplastica riduttiva. I rischi sono quelli legati ad un intervento chirurgico, nulla di più.
Grazie

Mastoplastica riduttiva

L’intervento di mastoplastica riduttiva è indicato per i pazienti che presentano un seno molto voluminoso e pesante. 

I fattori che inducono le pazienti a richiedere questo tipo di intervento sono principalmente:
– problemi fisici causati da un seno di tali dimensioni, come ad esempio dolore alla schiena e alla regione mammaria;
– problemi di respirazione;
– frequenti fenomeni ulcerativi nella piega sottomammaria o nella zona in corrispondenza delle spalline del reggiseno.

Altrettanto importanti sono i fattori psicologici e sociali che spingono le pazienti a sottoporsi ad una mastoplastica riduttiva: un seno troppo grande può condizionare le normali attività quotidiana, rendere impossibile la pratica di attività sportive e causare disagi nella vita sessuale. 

Come avviene la prima visita?

Durante la visita il seno verrà esaminato nella forma, nel volume, nella qualità della pelle e nel posizionamento del complesso areola-capezzolo. 

Sarete invitate a raccontare le vostre aspettative e io, per guidarvi, vi mostrerò delle immagini di altri interventi, in modo da rendere evidente l’effetto estetico su casi simili al vostro.

Per la prima visita è importante portare tutto quanto possa descrivere la vostra storia medica. 

Oltre alla rilevazione delle caratteristiche fisiche, come il grado di dismorfia o il tipo di pelle, infatti, vengono raccolte informazioni relative allo stato di salute, all’ereditarietà di certi disturbi, alle malattie contratte, alle allergie, agli interventi subiti o alle terapie in corso. 

Un’accurata anamnesi servirà a rilevare eventuali controindicazioni o limitazioni alla chirurgia.

L’intervento

L’intervento di mastoplastica riduttiva viene eseguito in anestesia generale e dura circa tre ore.

Durante l’operazione di mastoplastica riduttiva il chirurgo incide e rimuove i tessuti in eccesso, sino ad ottenere la taglia desiderata. 

In base all’entità dell’intervento di riduzione, le incisioni possono essere effettuate soltanto intorno all’areola, risultando dunque meno visibili una volta cicatrizzate, oppure scendere verticalmente fino al solco sottomammario e lungo la piega inferiore del seno. Questo secondo tipo di incisione, cosiddetta a forma di ancora o a T rovesciata, si rende necessario in caso di riduzioni di seni di grandi dimensioni. 

In ogni caso, le cicatrici resteranno ben nascoste all’interno del reggiseno o del costume da bagno. 

A volte capita, anche se non frequentemente, che a seguito di quest’operazione uno o entrambi i vostri capezzoli perdano parzialmente o totalmente sensibilità: nella maggior parte dei casi tale condizione è reversibile in breve tempo.

Il post-operatorio

Dopo la procedura sarà necessario indossare un reggiseno contenitivo per circa un mese.

Lividi e dolore nella zona del seno sono normali, e quest’ultimo può essere risolto tramite l’assunzione di antidolorifici. 

La guarigione è graduale e si può tornare al lavoro entro due settimane circa (ovviamente a seconda del tipo di lavoro svolto). 

Inoltre, bisogna evitare di sollevare pesi o fare attività fisica vigorosa per 6 settimane, mentre l’attività aerobica leggera può essere iniziata alla terza settimana dopo l’intervento chirurgico.

Richiedi informazioni su questa pratica

    Il dott. Juri Tassinari opera e riceve in diversi centri specialistici.
    Se fosse necessario un incontro in studio, preferiresti incontrarlo a…
    RiccioneBolognaMilanoTrento

      dichiaro di aver letto l’informativa privacy

    Torna in cima