Mastopessi / Mastopessi con protesi 2018-08-07T22:55:14+00:00
Mastopessi / Mastopessi con protesi

Chirurgia della mammella

Buongiorno, la mastoplastica additiva si può fare in anestesia locale? è per sempre? grazie Ginevra 2018-02-05T19:33:50+00:00

Ciao Ginevra, è un intervento che viene eseguito in anestesia generale e le protesi sono garantite a vita!
Grazie e ti auguro una buona giornata

Quali sono i rischi della mastoplastica additiva? Tiziana 2018-02-05T19:32:10+00:00

Ciao Tiziana, non ci sono rischi diversi da quelli che si possono avere per un intervento classico. È una procedura molto standardizzata. È l’intervento di chirurgia estetica più eseguito, secondo le statistiche mondiali. Mi soffermerei un attimino, nel sottolineare l’importanza del post-operatorio. Capita sempre più di frequente che la paziente, non sentendo dolore, per via dell’assunzione di antidolorifici, riprende troppo velocemente a sollevare spesa o pesi troppo grandi e si può avere qualche complicanza. Spero di aver risposto in modo semplice e chiaro alla tua domanda.
Grazie

Quanto costa una sostituzione di protesi? Alberta 2018-02-05T19:30:25+00:00

Ciao Alberta, a grandi linee non c’è molta differenza di prezzo, siamo più o meno in linea con una mastoplastica additiva classica.
Grazie

In cosa consiste l’intervento di Mastoplastica Additiva? Grazie Pamela 2018-02-05T19:29:00+00:00

Ciao Pamela, l’intervento di aumento volumetrico mammario consiste nell’inserimento dietro alla ghiandola o dietro al muscolo grande pettorale una protesi. Questa protesi avrà un volume ed una forma in base al volume e alla forma che vorremmo raggiungere. Procedura chirurgica che si effettua in anestesia generale. L’accesso chirurgico è emi-periareolare oppure al solco mammario. Per un giorno o due rimarrà un drenaggio in aspirazione per raccogliere eventuali depositi liquidi che si formano attorno alla protesi. Potrà tornare subito all’attività quotidiana evitando sforzi fisici con le braccia. Indosserà un reggiseno morbido senza ferretti per il primo mese. Spero di averti scritto gli elementi chiari e sufficienti per avere una visione generale di questo tipo di intervento.
Grazie e ti auguro una buona giornata.

Mediante l’intervento di mastopessi (lifting del seno) si può anche aumentare il volume del seno? Serena 2018-02-05T19:27:25+00:00

Ciao Serena, la mastopessi consente di risollevare un seno cadente senza aumentare il volume. Tuttavia, se richiesto dalla paziente, durante lo stesso intervento è anche possibile aumentare il volume del seno.
Grazie e buona giornata

La forma della protesi mammaria influisce sul risultato definitivo? Teresa 2018-02-05T19:25:36+00:00

Ciao Teresa, si la protesi mammaria rotonda conferisce un maggior volume nei quadranti superiori della mammella mentre quelle con forma anatomica, a goccia, conferiscono un aspetto molto naturale.
Grazie e buona giornata

La presenza della protesi mammaria nel seno impedisce l’allattamento? Gianna 2018-02-05T19:23:42+00:00

Ciao Gianna, l’allattamento è sempre possibile poiché non viene danneggiata la possibilità della ghiandola mammaria di produrre latte poiché la protesi viene collocata dietro tutta la ghiandola in una situazione esterna e più profonda della ghiandola mammaria stessa.
Grazie e buona giornata

Perché alcuni chirurghi usano i drenaggi dopo mastoplastica additiva ed altri no? Daniela 2018-02-05T19:21:48+00:00

Ciao Daniela, i drenaggi sono dei piccoli tubicini di gomma che vengono inseriti alla fine dell’intervento e che servono per permettere a piccole raccolte di sangue o siero di fuoriuscire dall’organismo, invece di rimanere al suo interno.
Solitamente vengono tolti il giorno successivo all’intervento, in certi casi vanno tenuti qualche giorno.
Vi sono diverse scuole di pensiero riguardo al loro utilizzo: alcuni chirurghi non li mettono mai, altri li mettono sempre, altri ancora secondo i casi. Si pensa, comunque, che il fatto di evacuare piccole raccolte possa aiutare a prevenire complicanze come la contrattura capsulare.
Buona giornata

La protesi mammaria ha una durata limitata nel tempo? Elena 2018-02-05T19:20:04+00:00

Ciao Elena, le protesi mammarie attuali sono molto resistenti e non hanno una data di scadenza ma debbono essere controllate negli anni mediante ecografia mammaria o altri accertamenti poiché esse non sono eterne e si usurano molto lentamente negli anni con i movimenti delle braccia.
Buona giornata

La tecnica “Triple-Plane” per quali interventi di mastoplastica additiva è indicata? Susanna 2018-02-05T18:54:13+00:00

Ciao Susanna, per la correzione dei seni poco sviluppati ed anche di quelli andati in regressione dopo gravidanze o diete dimagranti.
Grazie

Sostituire una protesi mammaria è un intervento molto complesso? Ilaria 2018-02-05T18:49:44+00:00

Ciao Ilaria, l’intervento chirurgico di sostituzione di una protesi mammaria è molto meno complesso poiché i piani chirurgici sono stati tutti già realizzati con la prima operazione e la sostituzione è un intervento molto limitato eseguibile, normalmente, in regime di day-hospital.
Grazie

È vero che si rischia di perdere la sensibilità del capezzolo e dell’areola? Carla 2018-02-05T18:47:41+00:00

Ciao Carla, si, è vero, ma bisogna essere proprio sfortunati, perché l’insensibilità permanente riguarda solo lo 0,5% delle operate, con una frequenza leggermente maggiore se si sceglie l’incisione lungo l’areola. Nella stragrande maggioranza dei casi, dopo un possibile periodo iniziale di riduzione o, talvolta, di aumento della sensibilità, tutto torna normale nel giro di pochi mesi. Se è il caso, il medico consiglierà una terapia a base di vitamina B.
Ti auguro una buona giornata

Dopo l’intervento di mastoplastica additiva posso eseguire mammografie, ecografia mammarie o risonanze magnetiche? Rosa 2018-02-05T18:45:40+00:00

Ciao Rosa, certamente si potrà eseguire qualsiasi accertamento ed è bene segnalare la presenza della protesi mammaria per consentire al radiologo una migliore esecuzione dell’accertamento strumentale.
Buona giornata

Dopo l’intervento devo indossare un reggiseno? Maria 2018-02-05T18:42:32+00:00

Ciao Maria, nel primo mese dopo l’operazione la paziente deve indossare un reggiseno contenitivo giorno e notte. Superato questo periodo iniziale potrà toglierlo liberamente sia durante la notte che il giorno. Potrà indossare durante il giorno un reggiseno di forma e modello desiderato.
Grazie

Il silicone presente nelle protesi mammarie può essere dannoso per la salute? Giovanna 2018-02-05T18:40:10+00:00

Ciao Giovanna, il silicone attualmente presente nelle protesi mammarie e di altissima purezza, di tipo “Medical Grade” con densità più o meno elevata e la rende di densità più elevata nelle protesi di un tempo.
Buona giornata

Dopo un intervento di chirurgia estetica di mastoplastica, il seno risulta finto al tatto? Francesca 2018-02-05T18:38:34+00:00

Ciao Francesca, se la mastoplastica è stata eseguita correttamente, il seno risulta al tatto naturale e morbido. La naturalezza dipende ovviamente dalla qualità delle protesi utilizzate e dalla correttezza con le quali sono state posizionate in sede.
Grazie!

Quanto tempo deve passare dall’intervento di mastoplastica additiva per poter riprendere l’attività sportiva ed esporsi al sole? Siriana 2018-02-05T18:36:33+00:00

Ciao Siriana, l’attività sportiva può essere ripresa in maniera graduale dopo circa tre settimane dall’intervento chirurgico, dopo aver avuto il consenso da parte del chirurgo. Se il posizionamento della protesi è avvenuto a livello retro-muscolare sarà richiesta anche una riduzione del movimento delle braccia per i primi 14 giorni.
Per il sole, è preferibile applicare un film ci crema protezione totale sulla cicatrice per evitare discromie.
Grazie e buona giornata!

Mastopessi con o senza protesi? Caro dottore, ho 32 anni e non ho più il mio meraviglioso seno, o meglio, ce l’ho ancora ma si è completamente svuotato dopo due gravidanze e due allattamenti. La questione è frustrante dato che avevo una terza abbondante e del mio seno andavo davvero fiera. Consiglia una mastopessi con o senza protesi? Eleonora 2018-02-05T18:33:11+00:00

Ciao Eleonora, è tutto normale, questo effetto a “fisarmonica” della mammella in seguito ad uno stato gravidico è fisiologico e purtroppo, terminata la fase dell’allattamento il seno si “svuota”. Grosso dramma per una donna, perché abituata a ben altra forma, volume e posizionamento. Eseguire anche la mastopessi, oltre inserimento della protesi, dipende dalla distanza giugulo-capezzolo e dalle dimensioni e forma della protesi che si andrà ad inserire. Maggiore sarà il volume e maggiore proiezione darà la protesi, meno occorrerà una mastopessi. Spero di averti soddisfatta.
Grazie!

L’intervento di mastoplastica additiva è doloroso? Marina 2018-02-05T18:29:47+00:00

Ciao Marina, il dolore molte volte è assente o assai modesto, si percepisce una sensazione di turgore mammario nell’immediato post operatorio che passa nel giro di pochi giorni.
Buona giornata!

Mettendo le protesi potrebbero venirmi delle smagliature? Doris 2018-02-05T18:27:24+00:00

Ciao Doris, teoricamente sì, perché la pelle è sottoposta ad uno stiramento e quindi si potrebbe “rompere”, formando smagliature. In pratica è eccezionale vedere questa complicazione, perché quando si sceglie la dimensione della protesi il medico valuta anche l’elasticità cutanea e, di conseguenza, consiglia di usare una protesi adatta alla specifica situazione. Anche in questo caso un minor volume comporta minori problemi!
Grazie e buona giornata.

Gli interventi di mastoplastica additiva possono aumentare il rischio di cancro al seno? Nadia 2018-02-05T18:24:30+00:00

Ciao Nadia non esiste nessuno studio scientifico che dimostra una correlazione di tipo causale tra tumori alla ghiandola mammaria ed interventi di chirurgia estetica. Sia che si tratti di mastoplastica additiva che riduttiva. Al contrario, molto spesso, i comuni esami che si effettuano prima e dopo l’intervento permettono di scoprire eventuali patologie, magari allo stato iniziale e che possono dunque essere tempestivamente risolte.
Buona giornata

A che età si può effettuare l’intervento di mastopessi (lifting al seno)? Serena 2018-02-05T18:22:26+00:00

Ciao Serena, questa procedura di rimodellamento viene proposta in tutti i casi di seno ptosico, che può verificarsi dopo gravidanza con allattamento o dopo dimagrimenti importanti. Per questi motivi non esiste un’età definita, ma si interviene quando si presentano le condizioni.
Buona giornata

Quanto dura la mastopessi (lifting al seno)? Chiara 2018-02-05T18:14:14+00:00

Ciao Chiara, la durata dei risultati dipende dalle caratteristiche costituzionali di ciascuna paziente quindi non può essere definita una durata assoluta. Tuttavia, una volta rimodellato, il seno si mantiene stabile per lungo tempo.
Buona giornata

Mastopessi / Mastopessi con protesi

Molte donne, nel corso degli anni, sviluppano seni esteticamente “cadenti”. Fattori quali la gravidanza, l’invecchiamento sono un ruolo importante. Come la pelle perde la sua elasticità, i seni spesso perdono la loro forma e la loro pienezza e cominciano ad abbassarsi.

Per molte donne si verifica ad una giovane età, inibendo il loro rispetto di sé, il sesso sano e il senso di ottimismo e benessere.
La mastopessi è una procedura chirurgica per sollevare e ristrutturare i seni caduti.

mastopessi

Mastopessi con protesi

Il lavoro del chirurgo estetico è portare un seno cadente ed appiattito ad una nuova gioventù: sexy ed attraente. In molti casi, un semplice sollevamento riposiziona il complesso areola-capezzolo ed, eventualmente, riduce la dimensione del seno a seconda della quantità di tessuto rimosso. Tuttavia, un sollevamento del seno non aumenta la pienezza della parte superiore. Per questo motivo, può essere combinato con protesi mammarie per aumentare la pienezza e la forma.
È anche ideale per la donna che ha perso volume del seno sia a causa di una perdita di peso massiva o dopo la nascita di un figlio.

mastopessi

Post intervento

Dopo la procedura, sarà necessario indossare un reggiseno elastico di compressione sopra la medicazione chirurgica. Alcuni lividi e dolore nella zona del seno sono normali. Qualsiasi dolore che si sente può essere risolto con farmaci appositi. La guarigione è graduale e si può tornare al lavoro entro pochi giorni (a seconda del tipo di intervento). Evitate di sollevare pesi o fare attività fisica vigorosa per 6 settimane dopo la chirurgia per massimizzare i risultati. L’attività aerobica leggera può essere iniziata alla seconda settimana dopo l’intervento chirurgico.

Richiedi informazioni su questa pratica

  Desideri richiedere altre informazionirichiedere un appuntamento

Se vuoi invia una tua fotografia, potrò valutare i tuoi reali bisogni e darti risposte più precise.

  accetto l'invio in ottemperanza alla vigente Legge sulla Privacy

WhatsApp WhatsApp