Chirurgia Plastica post bariatrica2019-09-23T16:29:31+00:00
schisi del lobo auricolare

Chirurgia del corpo

Quale tipo di anestesia si effettua per l’intervento di addominoplastica? Paola2018-02-04T17:42:26+00:00

Ciao Paola, dipende dall’estensione dell’area da trattare. Se è piccola, sarà sufficiente anestesia locale, mentre per addominoplastiche classiche si eseguiranno in anestesia generale.
Buona giornata

Le smagliature si possono eliminare? Olivia2018-02-04T17:40:52+00:00

Ciao Olivia, le smagliature che sono comprese nell’area che verrà asportata, chiaramente sì; mentre per quelle ai fianchi verranno ad essere distese e quindi indirettamente un pochettino miglioreranno, ma non potranno essere asportate.
Buona giornata

Esistono dei rischi e delle complicanze? Erika2018-02-04T17:36:57+00:00

Ciao Erika, nessun rischio oltre a quelli classici legati ad un intervento chirurgico come: ematomi, sieromi, infezioni e cicatrizzazione patologica.
Buona giornata

Dopo quanto tempo da un intervento di addominoplastica potrò riprendere le normali attività quotidiane e magari fare dell’attività sportiva? Quando potrò andare al mare e prendere il sole? Claudio2018-02-04T17:35:32+00:00

Dopo un intervento di addominoplastica le normali attività quotidiane possono essere riprese generalmente dopo 2 settimane. L’attività sportiva, se non ci sono state complicanze, può essere ripresa dopo circa 1 mese. È invece sconsigliata l’esposizione al sole prima di 12 mesi dalla data dell’intervento, per non avere problemi di iperpigmentazione con le cicatrici.
Buona giornata

Quanto tempo durano gli effetti dell’addominoplastica? Federica2018-02-04T17:33:23+00:00

Ciao Federica, la durata di questo intervento dipende da un buon stile di vita e, da una sana dieta associata al movimento fisico. Tuttavia però col passare del tempo si deve considerare che il fisico subirà dei cambiamenti dovuti ad aumenti di peso o viceversa dimagramenti più o meno importanti dovuti anche al tipo di costituzione fisica, dall’età e dalle abitudini di vita.
Buona giornata

Le cicatrici sono visibili? Eleonora2018-02-04T17:31:32+00:00

Ciao Eleonora, le cicatrici saranno sottili e appena visibili, ma sono comunque coperte dall’elastico della mutandina, perché rimane bassa, all’altezza del pube.
Buona giornata

Che tipo di anestesia si effettua per l’addominoplastica? Rita2018-02-04T17:29:27+00:00

Ciao Rita, se l’area da trattare è medio piccola, quindi mini addominoplastica, si può effettuare in anestesia locale con sedazione in day surgery. Se l’area da trattare è più estesa, allora sarà necessaria l’anestesia generale.
Buona giornata

Cos’è l’addominoplastica? Silvana2018-02-04T17:23:15+00:00

Ciao Silvana, l’addominoplastica è un intervento spesso richiesto in chirurgia estetica; consiste nel rimuovere un eccesso di grasso e di cute dell’addome, tonificandone quindi i muscoli e donando un aspetto di una pancia piatta senza accumuli di grasso localizzato e di pelle in eccesso.
Buona giornata

Se eseguo una addominoplastica ho problemi con una gravidanza? Svetlana2018-02-04T17:16:52+00:00

Ciao Svetlana, dopo una addominoplastica si può tranquillamente affrontare con serenità una gravidanza, perché i tessuti addominali vengono stirati in maniera molto progressiva.
Buona giornata

Dopo la gravidanza e il parto mi ritrovo con l’addome rilassato. Cosa posso fare? Sara2018-02-04T17:21:36+00:00

Ciao Sara, l’addominoplastica è l’intervento di chirurgia estetica consigliabile per la correzione degli inestetismi tipici causati dallo stiramento meccanico della cute durante la gravidanza. Molte delle donne dopo il parto scelgono di sottoporsi a questa procedura per eliminare adiposità e cute in eccesso. È consigliabile aspettare almeno un anno dal parto per raggiungere la completa stabilizzazione del peso e della struttura muscolare prima di programmare l’intervento. In caso di parto cesareo, la cicatrice residua è compresa nella porzione di cute in eccesso asportata dall’addominoplastica.
Buona giornata

Chirurgia Plastica post bariatrica

La perdita di peso drammatica ha molti vantaggi. Ma dopo qualsiasi sostanziale perdita di peso dovuta a un intervento chirurgico per la perdita di peso e / o ai cambiamenti dello stile di vita, la pelle e i tessuti spesso non hanno l’elasticità per adattarsi alle dimensioni ridotte del corpo.
I pazienti che sono stati sottoposti a chirurgia bariatrica spesso scoprono di avere una pelle “sgonfiata” in molte aree del loro corpo, inclusi viso, braccia, seno, addome e cosce, in particolare in coloro che hanno perso più di 30 kg.
Il rimodellamento del corpo dopo una massiccia perdita di peso sono le procedure eseguite dai chirurghi plastici per eliminare e / o ridurre la cute in eccesso. Il rimodellamento del corpo migliora la forma e il tono dei tessuti sottostanti e rimuove il grasso e la pelle in eccesso, riducendo i contorni del corpo più lisci e un aspetto normale.
Le procedure di body contouring possono includere:
  1. Braccio: cedimento della parte superiore delle braccia
  2. Sollevamento del seno: rilassamento, seno appiattito
  3. Lifting facciale: rilassamento di metà del viso, guance e collo
  4. Sollevamenti della parte inferiore del corpo: rilassamento dell’addome, dei glutei, delle cosce interne ed esterne
  5. Sollevamento della coscia mediale: rilassamento della parte interna della coscia
  6. Pancia addominale: grembiule della pelle in eccesso che pende sull’addome
Chi è un buon candidato per il body contouring?
In generale, i buoni candidati per il body-contouring sono:
  • Adulti la cui perdita di peso si è stabilizzata da almeno tre mesi.
  • Individui sani senza condizioni mediche che compromettono la guarigione o aumentano il rischio di un intervento chirurgico
  • I non fumatori
  • Individui con una prospettiva positiva e obiettivi realistici
  • Individui che si impegnano a condurre uno stile di vita sano con una corretta alimentazione e fitness
Impatto della chirurgia bariatrica
La chirurgia che limita il cibo allo stomaco può avere diversi effetti indesiderati. Uno è la cute che pende in tutto il corpo. Poiché il peso precedente, spesso vicino al quintale, ha allungato al massimo la pelle del paziente, ha perso la sua elasticità, cioè la capacità di tornare indietro. Invece, il paziente appena dimagrito si confronta con strati di pelle sospesa extra tra cui un pannicolo sporgente, un grande grembiule che pende dallo stomaco in grado di coprire il pube e le aree inguinali.
Mentre il body contouring può essere eseguito in una singola seduta, di solito viene eseguito in anestesia generale. Se il paziente ha una storia di fumo, trombosi venosa profonda o disturbi della coagulazione, un alto indice di massa corporea o altri fattori di rischio, saranno necessarie ulteriori precauzioni.
Di seguito sono riportati esempi di procedure comuni di modellamento del corpo:
Lifting Braccia o brachioplastica. La pelle in più sulle braccia dei pazienti bariatrici appare praticamente sempre sul lato inferiore del braccio e talvolta viene definita “ali di pipistrello”. I chirurghi eseguono incisioni dall’ascella al gomito per rimuovere la pelle e creare un contorno più piacevole. Di conseguenza, i chirurghi incidono il braccio sul lato inferiore in modo che la cicatrice risultante sia abbastanza ben nascosta. Una procedura di brachioplastica può impiegare un po ‘di liposuzione dopo l’incisione. Con il braccio aperto, il chirurgo tira la pelle e quindi ritaglia la pelle in eccesso che, a seconda del paziente, può essere una decina di cm di pelle per braccio o più.
Sollevamento del seno o mastopessi. Tagliando il tessuto in eccesso dalla parte superiore del seno, il chirurgo può spostare i seni che di solito cadono verso l’ombelico in una posizione più verticale. La procedura spesso richiede anche un impianto protesico per compensare la perdita di grasso e tessuto all’interno del seno. Le cicatrici sulle donne sono quasi sempre nascoste all’interno dell’area coperta dal reggiseno.
Sollevamento dell’addome o addominoplastica. L’eccesso di pelle che pende sulla regione pubica è spesso la caratteristica distorsiva che maggiormente preoccupa e disturba i pazienti. Il pannus dello stomaco trattiene l’umidità e provoca eruzioni cutanee a causa dello sfregamento della pelle contro se stesso che di solito porta a una scarsa igiene. Mentre la procedura chirurgica per rimuoverla è nota come pannicolectomia, spesso c’è ancora molto lavoro da fare per i pazienti che soffrono di grandi quantità di pelle appesa. Per fornire contorni migliori sulla vita, schiena e fianchi, i chirurghi a volte eseguono una lipectomia della cinta, (nota anche come torsoplastica o lipectomia circonferenziale). L’incisione ruota attorno alla parte centrale del paziente a livello della vita inferiore. Il chirurgo usa spesso un’altra procedura chirurgica: la liposuzione sull’addome e sui fianchi, tagliando anche la pelle in eccesso dalla schiena e dai lati del paziente. Le incisioni di addominoplastica e lipectomia della cinta vengono posizionate in modo che la cicatrice risultante sia nascosta nella maggior parte dalla biancheria intima e dei costumi da bagno.

Il sollevamento del corpo inferiore riduce la pelle in eccesso sui glutei e sulle cosce. Per un sollevamento interno della coscia, il chirurgo esegue un’incisione in alto sulla gamba interna, iniziando vicino all’inguine e continuando fino al ginocchio. Una parte del tessuto adiposo può essere rimossa con la liposuzione. Il chirurgo rimuove quindi la pelle in eccesso e ridisegna la pelle rimanente prima di chiudere la lunga incisione, lasciando il paziente con cosce più strette e più attraenti. La coscia e il gluteo esterni possono essere sollevati attraverso un’incisione da un fianco all’altro sulla schiena, sopra i glutei.

Indicazioni e controindicazioni
L’eccesso di pelle può causare vari disturbi, tra cui ulcere intertriginose e infezioni delle pieghe e dell’ombelico, odori sgradevoli, problemi alla schiena e al collo, dolori e dolori associati al lavoro, all’esercizio fisico e all’intimità, lesioni cutanee dovute a sfregamenti, difficoltà a trovare vestiti che si adattano e disparità tra aspetto ed età. L’area addominale causa il maggior numero di problemi, seguita dal torace e dalle cosce. La pelle in eccesso può quindi diventare una nuova fonte di stigmatizzazione, isolamento sociale e riduzione della qualità della vita per questi pazienti.

Il rischio di complicanze associate all’intervento di rimodellamento del corpo dopo una pronunciata perdita di peso post-bariatrico varia in base a fattori quali dimensioni e portata della procedura, stato nutrizionale, fumo e grado di sovrappeso. Le comorbidità mediche non sono una controindicazione per la chirurgia plastica, ma limitano la scelta delle procedure a causa di un maggior rischio di complicanze e risultati non ottimali.
Il fumo di tabacco è associato a un rischio 2-3 volte maggiore di complicanze post-operatorie, infezioni e guarigione ritardata. La cessazione preoperatoria del fumo può dimezzare questo rischio e il rischio è più basso dopo almeno quattro settimane di astensione dal fumo. La cessazione del fumo è quindi un requisito assoluto prima di qualsiasi tipo di intervento di rimodellamento del corpo.

Prima della chirurgia plastica, il paziente deve avere un buono stato nutrizionale, livelli di emoglobina buoni e un livello soddisfacente di forma fisica. Qualsiasi dolore gastrointestinale dopo un intervento chirurgico per la perdita di peso deve essere studiato e trattato prima della valutazione per la chirurgia plastica, poiché potrebbe altrimenti essere difficile distinguere le sequele dell’addominoplastica dal dolore nel sistema digestivo. I pazienti con precedente trombosi venosa profonda o linfedema devono essere informati del rischio di recidiva e deve essere assicurata un’adeguata tromboprofilassi.

Chirurgia di rimodellamento del corpo o rimozione locale della pelle?
In base alla mia esperienza, è molto probabile che la chirurgia di modellamento del corpo produca un risultato estetico di successo e pochi effetti avversi in un paziente “sano” non fumatori con BMI <28 kg / m². Tali pazienti hanno una normale distribuzione del grasso corporeo, ma hanno una pelle in eccesso che si blocca nelle pieghe, il che può essere una sfida durante il contouring.

Nella mia esperienza, la rimozione locale della pelle in eccesso non soddisfa le aspettative dei pazienti e il trattamento di un’area può portare rapidamente a un ulteriore trattamento delle aree adiacenti. La chirurgia di rimodellamento del corpo dopo una significativa perdita di peso comporta una serie di procedure per ridurre o rimuovere la pelle in eccesso sull’addome e sui fianchi, sul torace e sulla parte superiore delle braccia, nonché sui glutei e sulle cosce. Gli interventi si basano su tecniche di chirurgia plastica di base, ma hanno un carattere distintivo dovuto all’estensione delle resezioni, che aumenta sia la durata che il rischio dell’intervento.

Un importante intervento chirurgico che richiede tempo sotto forma di rimodellamento di tutto il corpo aumenta il rischio di perdita di sangue, ipotermia, infezione, necrosi grassa e complicanze della ferita. Ciò ha comportato una crescente tendenza a dividere le procedure; diversi interventi all’interno di una singola area corporea potrebbero essere combinati, mentre la chirurgia su altre aree è lasciata a una data successiva. Il trattamento è personalizzato per ogni paziente in base alle sue esigenze, stato di salute e aspettative.

Risultati e complicanze
Relativamente poco si sa sugli esiti della chirurgia plastica dopo una pronunciata riduzione del peso, ma diversi centri riportano buoni risultati sotto forma di alti livelli di soddisfazione del paziente, con una migliore qualità della vita e stato funzionale. Modaressi e collaboratori hanno mostrato che i pazienti che avevano subito un intervento chirurgico di rimodellamento del corpo dopo un bypass gastrico avevano una qualità della vita significativamente migliore rispetto alla salute fino a otto anni dopo l’intervento bariatrico rispetto a quelli che non avevano subito un intervento di chirurgia plastica.

Oltre alle complicanze intraoperatorie, come sanguinamento, infezione e sieroma, complicanze come deiscenza della ferita, necrosi grassa e necrosi cutanea si verificano più spesso in coloro che hanno subito un intervento chirurgico per la perdita di peso rispetto ad altri pazienti. Il linfedema causato da obesità prolungata può diventare evidente dopo la perdita di peso e la chirurgia della coscia può accentuare o esacerbare la condizione (16). La deiscenza delle ferite si verifica frequentemente e deve essere generalmente trattata in modo conservativo (24). La formazione del sieroma si verifica nel 4-18% dei pazienti e si correla con la superficie della ferita e la quantità di pelle rimossa (37).

Per garantire un buon rapporto di lavoro tra paziente e chirurgo, il paziente deve essere accuratamente informato sulle procedure e sul rischio di complicanze e il chirurgo deve comprendere le aspettative del paziente. Il paziente deve rendersi conto che la sua pelle ha subito un danno irreversibile dopo essere stata messa a dura prova e che le cicatrici visibili sostituiranno la pelle in eccesso che viene rimossa. La pelle tesa si allungherà nel tempo, dando origine a una nuova pelle in eccesso. L’obiettivo è che ci sia un miglioramento sul punto di partenza e una riduzione dei disturbi fisici.

Conclusione
La chirurgia bariatrica in genere raggiunge riduzioni sostenute dell’indice di massa corporea (BMI). Tuttavia, la pelle cadente rimanente serve come promemoria della precedente obesità del paziente. Il rimodellamento del corpo post-bariatrico mira a correggere questo e ripristinare un senso di normalità. Rimodellando il corpo nelle proporzioni ideali, il successo dell’intervento di dimagrimento si realizza pienamente.

La chirurgia per la perdita di peso (chirurgia bariatrica) è diventata più comune e circa 3 000 persone vengono sottoposte a tale chirurgia in Norvegia ogni anno. I problemi di salute legati alla qualità della vita e all’obesità migliorano significativamente dopo una pronunciata perdita di peso, ma molti pazienti sperimentano anche nuove menomazioni fisiche e psicologiche dovute a grandi quantità di pelle in eccesso.
La pelle che è stata allungata per lunghi periodi mostra una ridotta elasticità e un’enorme perdita di peso è spesso accompagnata da una corrispondente quantità di pelle in eccesso. Molti pazienti sottoposti a chirurgia bariatrica sviluppano disabilità fisiche così gravi da richiedere un intervento di chirurgia plastica correttiva. In effetti, la maggior parte dei pazienti (70 – 90%) esprime un desiderio di chirurgia plastica dopo un intervento chirurgico per la perdita di peso.
La domanda di chirurgia post-bariatrica è elevata e nella nostra esperienza supera l’offerta. Questa popolazione di pazienti merita un’indagine approfondita (attraverso studi di registro, ad esempio) e una valutazione dei pro e dei contro della chirurgia plastica post-bariatrica a lungo termine, non ultimo per informare le decisioni sulla futura definizione delle priorità e sulla fornitura del trattamento.

Richiedi informazioni su questa pratica

  Desideri richiedere altre informazionirichiedere un appuntamento

Se vuoi invia una tua fotografia, potrò valutare i tuoi reali bisogni e darti risposte più precise.

  dichiaro di aver letto l’informativa privacy

WhatsApp WhatsApp