Carbossiterapia 2018-06-25T13:36:40+00:00

Carbossiterapia

La carbossiterapia è un trattamento le cui origini possono essere ricondotte alla medicina termale, dove i disturbi dovuti a problemi di vascolarizzazione dei tessuti vengono curati grazie all’anidride carbonica. Da circa venti anni, l’anidride carbonica ha trovato il suo utilizzo anche nel campo della medicina estetica, dove viene usata per il trattamento di adiposità localizzata, cellulite e perdita di tonicità della cute.

Come funziona la carbossiterapia?

La carbossiterapia consiste nella somministrazione sottocutanea, mediante iniezioni con ago sottile di anidride carbonica a scopo terapeutico, per contrastare alcuni problemi vascolari e inestetismi.
Durante la stagione fredda, il nostro organismo ha la tendenza ad accumulare grasso corporeo, sia per la ridotta attività fisica, sia per la mancanza di luce e per agli ambienti riscaldati, che contribuiscono a rallentare il metabolismo dei grassi.
La carbossiterapia agisce contemporaneamente su 3 livelli:

  1. Sul grasso
    Questo trattamento svolge la sua azione direttamente sul grasso, riattivando il metabolismo cellulare e gli enzimi con capacità lipolitica e di riassorbire i grassi.
  2. Sulla circolazione sanguigna
    La carbossiterapia agisce anche sulla circolazione sanguigna, incrementando la rapidità del flusso e la dilatazione dei capillari, cosa che ossigena meglio i tessuti e permette un più facile smaltimento di scorie e gonfiori.
  3. La carbossiterapia agisce sulla cute
    La carbossiterapia agisce sulla cute in quanto l’incremento del flusso sanguigno e l’ossigenazione dei tessuti riescono a migliorare l’aspetto della pelle che va mantenuta luminosa e tonica, eliminando anche le cattive abitudini che la rovinano.

Ogni quanto deve essere eseguita la carbossiterapia?

La carbossiterapia è di solito ripetuta una o due volte a settimana e il loro numero è variabile in base alla gravità dell’inestetismo da trattare. Orientativamente un ciclo è composto dalle 6 alle 10 sedute. Ogni seduta ha una durata di circa 20 minuti circa.

Controindicazioni della carbossiterapia

L’efficacia della carbossiterapia è stata dimostrata da diversi studi scientifici, che hanno registrato un miglioramento dell’elasticità della pelle e una reale e benefica azione vasodilatante. La carbossiterapia è un trattamento innocuo, perché l’anidride carbonica per uso medicale è identica a quella che produciamo normalmente con la respirazione e viene riassorbita in pochi minuti per via ematica, ed eliminata per via respiratoria. L’anidride carbonica è, infatti, atossica e non provoca embolia, dunque non esistono particolari effetti collaterali: è, però, importante che sia anidride carbonica medicale veicolata da macchinari riconosciuti dal Ministero della Salute e che vengano utilizzati aghi monouso e sterili.

Questo trattamento è sconsigliato durante la gravidanza e in soggetti con cardiopatie, diabete, anemie gravi o con insufficienze respiratorie, cardiache, renali ed epatiche.

Dott. Juri Tassinari - Carbossiterapia

Richiedi informazioni su questa pratica

  Desideri richiedere altre informazionirichiedere un appuntamento

Se vuoi invia una tua fotografia, potrò valutare i tuoi reali bisogni e darti risposte più precise.

  accetto l'invio in ottemperanza alla vigente Legge sulla Privacy

WhatsApp WhatsApp