Bichectomia o guancia di Nefertiti2019-09-13T19:03:19+00:00

Bichectomia o guancia di Nefertiti

Bichectomia, è un intervento chirurgico della guancia che prevede la rimozione di una struttura nota come bolla di Bichat, che in alcuni casi fa sembrare una persona in sovrappeso e non in armonia con il contorno del viso. Un candidato per questo tipo di intervento ha normalmente un’eccessiva rotondità del viso, aspetto che gli conferisce un viso dall’aspetto pieno.

I cuscinetti di grasso della guancia aumentano il terzo inferiore del viso. È noto che l’allargamento del viso può essere il risultato di sovrappeso e predisposizione genetica. La bichectomia offre un’ottima soluzione a quei pazienti che vogliono dimagrire le dimensioni delle loro guance contemporaneamente modellare il viso.

Idealmente, il viso ha una forma leggermente ovale. Le bolle di Bichat sono aree grasse nella parte inferiore delle guance che possono causare un aspetto arrotondato in alcuni pazienti. Rimuovendo questi cuscinetti di grasso, il viso assume un aspetto più attraente e un profilo migliore.

Il cuscinetto adiposo vestibolare si trova in una zona del viso circondato da diverse importanti strutture anatomiche. Con il crescente numero di interventi chirurgici coinvolgendo questa struttura, una conoscenza anatomica precisa di questa regione è necessario per evitare la iatrogenesi, che può causare sequele temporanee e permanenti.

Marie François Xavier Bichat era un’anatomista francese, medico e biologo, che visse dal 1771 al 1802 che per primo ha descritto una massa incapsulata di grasso nella guancia sul lato esterno del muscolo buccinatore. Il corpo adiposo vestibolare delle guance ha sei estensioni sparse sul massetere, temporale superficiale, temporale profondo, pterigomandibolare, sfenopalatine e aree orbitali inferiori

Questa procedura chirurgica estetica conferisce al viso un aspetto più giovane ed è possibile ottenere un più sottile aspetto del viso, più estetico in un equilibrio armonioso.

Funzione

Questa struttura anatomica riempie lo spazio, che separa i muscoli masticatori l’uno dall’altro e, inoltre, dai rami mandibolare e zigomatico. Ha una funzione meccanica, come masticare e succhiare facilitando il movimenti dei muscoli.

Inoltre, la componente grassosa che forma questa struttura rimane relativamente stabile in volume per tutta la vita perché, istologicamente, il cuscinetto adiposo buccale è composto dallo stesso tipo grasso come le altre parti del corpo. Tuttavia, non si modifica dalla perdita di peso. È coperto da una sottile capsula fibrosa, isolata dal contatto diretto con i tessuti circostanti e il suo sviluppo è principalmente in relazione ai movimenti di suzione dei neonati e, successivamente, alla masticazione. Pertanto, il cuscinetto adiposo buccale può essere considerata una struttura scorrevole che assiste nei movimenti masticatori e nel linguaggio. Inoltre, lo è anche una struttura con una funzione estetica, responsabile del contorno del viso. Con la parziale rimozione della bolla di Bichat, è possibile ottenere un viso più morbido e simmetrico, in cui un contorno facciale quadrato può diventare ovoidale, e, di conseguenza, più delicato e armonioso.

Indicazioni

Oggi, uomini e donne hanno un aspetto giovane e sano, per poter raggiungere i loro ideali in termini di aspetto fisico esistono diverse procedure chirurgiche e cosmetiche ben note, come la rinoplastica, l’otoplastica, il sollevamento del sedere o il botox che ti dona un aspetto migliore. Tuttavia, esiste una procedura che ha guadagnato popolarità negli ultimi anni grazie ai suoi risultati a breve termine e al rapido recupero: la rimozione della bolla di Bichat o anche conosciuta come Bichectomia.
La bichectomia è una procedura estetica per il viso che consiste nella rimozione della bolla adiposa di Bichat, che si trova all’interno delle guance. Le bolle del Bichat non sono essenziali per il corpo e quella principale è per i primi anni di vita per masticare e succhiare.
La bichectomia è raccomandata per le persone che, nonostante le diete e gli esercizi, hanno ancora una faccia rotonda più pesante.
I benefici della rimozione del grasso orale possono essere ma non limitato a:

  1. Guance più sottili
  2. Miglioramento dell’aspetto del viso,
  3. Guance più definite con conseguente maggiore prominenza ossa zigomatiche,
  4. Ottenere un aumento dell’autostima
  5. Sentirsi più sicuri

Breve descrizione della tecnica della Bichectomia

La bichectomia è una procedura molto sicura che può essere eseguita in ambulatorio in anestesia locale. È importante che il chirurgo spieghi al paziente realmente come si svolge la procedura, rischi intrinseci, costi e altri fattori correlati come sanguinamento e possibile infezione della guancia. Il candidato giusto per la rimozione del grasso della guancia è un paziente che ha più di diciotto anni, fisicamente in forma, non fumatore, realistico sugli obiettivi e i risultati che possono essere raggiunti con l’intervento chirurgico, e atteggiamento positivo.

L’accesso al cuscinetto adiposo del Bichat avviene tramite una piccola incisione nella parte interna della guancia, non più di 5 mm di lunghezza, nei tessuti molli situati nella zona più inferiore dell’arco zigomatico. Prestare attenzione nell’individuare l’orifizio del dotto di Stenone e creare una dissezione per via smussa, tramite un paio di forbici sottili. Prestare attenzione all’emostasi all’interno della tasca che alloggia la bolla di Bichat. È molto importante preservare il suo involucro fasciale molto sottile. Con un ferro chirurgico a bloccaggio, come una pinza di Ellis o di Mixter, oppure una Mosquito, afferrare la bolla e lentamente erniarla con molta attenzione e delicatamente. A poco a poco il il grasso intero viene estratto con l’aiuto di un’altra pinza fino a visualizzare il peduncolo. A questo punto il peduncolo può essere tagliato e il cuscinetto adiposo è libero. Inoltre, inserendo una piccola canula in aspirazione si può rimuovere le piccole tracce adipose che posso essere rimaste all’interno. Quando la fascia del cuscinetto adiposo non viene leso, è possibile rimuovere l’intera bolla in una sola volta. La maggior parte delle volte viene eseguita una sutura semplice per chiudere l’incisione e l’intervento chirurgico è completato. In tutto la procedura richiede circa quindici o venticinque minuti dall’anestesia locale alla sutura.

Post-Operatorio

Non ci sono indicazioni formali per invio dei campioni per l’esame istologico patologico a meno che non si individui un diverso aspetto macroscopico della struttura per quanto riguarda il colore e / o il calibro dei vasi sanguigni. Un antidolorifico viene regolarmente prescritto insieme a una crioterapia bilaterale nelle aree trattate da 24 a 48 ore. Terapia profilattica antibiotica è indicata, soprattutto se non viene asportata in toto la bolla. Complicanze durante l’intervento  come lesione del  condotto di Stenone può provocare scialorrea, lesioni al ramo buccale del nervo facciale che può portare ad un temporaneo intorpidimento lungo il decorso del nervo buccale. I risultati possono essere visti dopo 4-6 mesi quando l’edema dei tessuti molli viene riassorbito.

Richiedi informazioni su questa pratica

  Desideri richiedere altre informazionirichiedere un appuntamento

Se vuoi invia una tua fotografia, potrò valutare i tuoi reali bisogni e darti risposte più precise.

  dichiaro di aver letto l’informativa privacy

WhatsApp WhatsApp