Il Mommy Makover è l’insieme di procedure chirurgiche studiate per le neomamme, perché 

rivedersi belle e accettare nuovamente il proprio corpo è una delle prerogative delle donne che hanno da poco partorito.

Le tecniche e i risultati del Mommy makeover

È difficile per una donna dedicare del tempo a sé stessa dopo aver affrontato mesi di gravidanza, un parto, l’allattamento… E dover riprendere le vecchie e sane abitudini fatte di sport, dieta e cure cosmetiche.

I cambiamenti fisici in 9 mesi di gravidanza possono essere molti:

  • addome rilassato a grembiule;
  • addome adiposo;
  • interno cosce adiposo;
  • cosce rilassate;
  • gambe, glutei e cosce adipose;
  • seno troppo voluminoso; 
  • smagliature su seno, ventre, cosce e braccia;
  • aumento della ritenzione idrica;
  • seno svuotato e cadente.

È sempre più diffusa la scelta, per le neomamme, di affidarsi alla chirurgia plastica per ritornare sensuali e più sicure di sé, in poco tempo e senza molti sacrifici.

La chirurgia plastica è una scelta di necessità fisica ma anche e soprattutto psicologica, per acquisire fiducia in sé stesse e, perché no, indossare nuovamente quei vestiti carini e attillati, nascosti da tempo nell’armadio.

Il restyling scelto per le mamme prende, non a caso, la definizione Mommy Makeover, che sta a significare una combinazione di procedure chirurgiche studiate ad hoc per le giovani mamme.

Affidarsi ad un regime alimentare equilibrato e fare sport in maniera assidua non sempre riescono a rimodellare il corpo di una mamma che ha subito dei cambiamenti importanti dopo una gravidanza.

Il rifacimento chirurgico è un’ottima soluzione, rapida, sicura ed estremamente efficace.

I consigli utili prima di sottoporsi al Mommy Makeover

Questa combinazione di interventi chirurgici sarà stabilita in sede di visita preliminare tra la paziente e il chirurgo plastico.

Tra gli interventi più richiesti vi sono:

  • addominoplastica o mini-addominoplastica;
  • mastoplastica additiva;
  • mastopessi con protesi.

È consigliato attendere un periodo di 6 mesi circa, dopo il parto, per potersi sottoporre al rimodellamento del corpo, dando al fisico il giusto tempo per assestarsi dopo il parto.

È inoltre opportuno effettuare il Mommy Makeover alla fine dell’allattamento.

Se si sono accumulati molti chili, il chirurgo plastico potrà suggerire alla paziente di perdere peso nei mesi precedenti all’intervento.

Dopo aver definito con la paziente le aree del corpo da cambiare e gli obiettivi richiesti, il chirurgo potrà, con la sua equipe, fissare la data per il Mommy Makeover.

Quali sono gli interventi previsti nel Mommy Makeover

L’addominoplastica è uno degli interventi che rientrano in questa tendenza chirurgica e lo scopo di tale tecnica è quello di riavere un ventre snello, piatto e liscio.

Tra i difetti presenti sull’addome, da eliminare, vi sono:

  • la pancetta residua (l’adipe);
  • la diastasi dei retti (l’allontanamento dei due muscoli retti dell’addome);
  • la pelle in eccesso;
  • le smagliature.

L’intervento può essere effettuato con incisioni da un fianco all’altro, operando anche nella zona bassa della schiena (quindi intervento completo), oppure si può valutare la mini-addominoplastica.

L’intervento di addominoplastica si può unire alla liposuzione di fianchi e addome per eliminare anche le cosiddette maniglie dell’amore.

La mastoplastica additiva è tra le combinazioni chirurgiche possibili nel Mommy Makeover, in cui è interessato il seno ed il volume ad esso associato.

A questa procedura si può addizionare un Lipofilling o un impianto di protesi mammaria.

Nel caso di aumento di volume l’intervento si definisce mastoplastica additiva, in caso di riduzione invece, mastoplastica riduttiva.

Nella mastoplastica riduttiva il seno comparirà più piccolo, leggero e proporzionato al resto del corpo.

L’intervento mira a:

  • l’aumento del volume del seno attraverso l’utilizzo di protesi;
  • dare nuova forma al seno;
  • ristabilire le simmetrie.

La mastopessi o lifting del seno è quella procedura che invece serve a risollevare il seno, dare un senso di ringiovanimento al seno, nella sua estetica.

È possibile anche effettuare Liposuzione e Liposcultura per eliminare gli accumuli di grasso.

La liposcultura può:

  • rimuovere l’eccesso adiposo;
  • stimolare la retrazione della pelle, grazie all’eliminazione delle cellule adipose.

Un ulteriore intervento da addizionare è il:

  • ringiovanimento genitale.

La gravidanza apporta infatti modifiche nella zona genitale femminile quali:

  • allungamento delle piccole labbra;
  • riduzione del volume delle grandi labbra;
  • atrofia della vagina.

Anche i glutei subiscono dei cambiamenti importanti, per tanto può essere utile effettuare:

  • la gluteoplastica, cioè l’aumento dei glutei tramite inserimento di protesi.

I risultati del Mommy Makeover e il post-operatorio

Il risultato di questa tipologia di interventi chirurgici è di grande efficacia nel contrastare gli inestetismi della gravidanza.

Tra i risultati attesi, quello psicologico sarà di grande importanza, e le neomamme si sentiranno nuovamente a loro agio, vivendo meglio nel loro corpo originario.

Mommy Makeover è consigliato per tutte le neomamme tra i 25 e i 45 anni, che hanno maggiori difficoltà nel rendere la pelle nuovamente tonica e nel perdere grasso localizzato.