La liposcultura (anche nota come “lipoaspirazione“) è un intervento di chirurgia estetica molto all’avanguardia , che consiste in un rimodellamento del corpo attraverso l’aspirazione localizzata di cellule adipose.

Grazie a questa tecnica è possibile “scolpire” determinate aree del corpo in maniera meno invasiva rispetto ad altri interventi analoghi, come, ad esempio, la liposuzione .

È bene precisare però, che la liposcultura non è da considerarsi un intervento di rimedio sostitutivo della dieta o dell’esercizio fisico. La liposcultura, pertanto, può essere utile per rimuovere le adiposità localizzate che non si riescono ad eliminare con un regime dietetico ipocalorico e con l’attività fisica.

A maggior ragione, la liposcultura non può e non deve assolutamente essere considerata come una terapia per l’obesità o il sovrappeso.

Liposcultura e liposuzione

La liposcultura può in un certo senso essere definito come un evoluzione della liposuzione. Rispetto a quest’ultima, si avvale dell’impiego di cannule dal diametro più piccolo (2-4 mm contro i 5-10 mm impiegati nella liposuzione), permettendo così di eseguire un intervento meno “traumatico”.

Allo stesso tempo, la liposcultura consente di ottenere un rimodellamento della figura corporea più preciso e armonioso, evitando la formazione di antiestetici avvallamenti o irregolarità nelle zone trattate.

L’intervento

Questo tipo di intervento può essere eseguito in diverse parti del corpo come l’addome, le braccia, le cosce, i fianchi, i polpacci, le ginocchia, le caviglie, il collo e perfino le guance. Può essere effettuata in anestesia locale (con o senza sedazione), oppure in anestesia generale nel caso in cui le aree da trattare siano piuttosto estese.

La durata dell’intervento può essere variabile a seconda dell’estensione dell’area che dev’essere trattata. Indicativamente un intervento di liposcultura può durare dai 30 minuti fino alle tre ore circa.