Oggi vengono spesso proposti interventi e trattamenti di chirurgia plastica ed estetica rapidi e a basso costo. Come scegliere un chirurgo plastico o più propriamente un medico specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica?

Questi interventi, però, non sempre regalano i risultati desiderati, dunque è sempre meglio affidarsi ad uno specialista di Chirurgia Plastica ed Estetica.

Come scegliere un chirurgo plastico? insidie delle offerte a basso costo

Le offerte di interventi a basso costo nascondono spesso insidie.

Il risparmio economico, infatti, potrebbe voler dire:

  • strutture sanitarie non adeguate.
  • Utilizzo di materiali di scarsa qualità.
  • Assunzione di professionisti non specializzati.

Questi punti possono quindi essere un rischio per la propria salute.

Rinunciare al benessere per rincorrere una bellezza a basso costo non è mai conveniente. Il consiglio è quello di rivolgersi esclusivamente a medici che hanno conseguito la specializzazione in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica.

Come scegliere un chirurgo plastico? quatto modi per preferire uno specialista ad un altro

IL consiglio di un’amica di cui ci si fida

Il passaparola funziona ancora molto bene e i consigli di un’amica che si è trovata bene con un determinato Chirurgo Plastico sono preziosi.

È vero però che la deduzione non è sempre certa perché, talvolta, può essere svolto un trattamento diverso e di conseguenza anche il risultato potrebbe essere differente.

In linea di massima, però, se una persona fidata è soddisfatta dello specialista prescelto è già una buona referenza e un buon lascia passare.

Il consiglio del medico di famiglia

Anche il medico di famiglia rappresenta un valido aiuto nell’orientarvi verso un specialista piuttosto che un altro.

Inoltre, ha il vantaggio di conoscere bene la vostra storia clinica, gli eventuali farmaci che non tollerate e le terapie in corso.

In questo modo, anche i tempi si accorciano, poiché il medico di famiglia saprà anche quali esamifarvi fare prima della visita specialistica.

Capita, però, che il medico di base non sia aggiornato sulle tecniche più moderne o sull’intervento che richiedete ed in questo caso il suo consiglio potrebbe non essere preciso e efficace.

Il ricorso alla struttura pubblica

Per alcuni interventi e casistiche di chirurgia plastica ed estetica si può fare ricorso alla ASL di riferimento, alcune operazioni sono infatti mutuabili.

L’inconveniente, in questo caso, è rappresentato dai tempi, generalmente molto più lunghi rispetto alle visite svolte in ambulatorio privato.

Inoltre, è possibile che si venga seguiti da medici ogni volta differenti, che devono di volta in volta aggiornarsi sulla storia clinica del paziente.

Le associazioni scientifiche

Chi opta per un’assistenza tramite le società scientifiche per trovare uno specialista sceglie un metodo valido e sicuro.

È possibile consultare, infatti, il sito Fnomceo, la Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, quello dell’ISAP, International Society of Aesthetic Plastic Surgery oppure contattare l’ordine dei medici.

dott. Juri Tassinari

[fonte: DossierSalute.com]