Blog

La medicina estetica degli uomini

La medicina estetica negli uomini è fortemente in crescita sia in Italia che nel mondo. La cura della pelle negli uomini è sempre maggiore di anno in anno. I trattamenti più richiesti variano dalla classica tossina botulinica al classico acido ialuronico per le rughe di espressione, specie le rughe naso-geniene. Il trattamento più richiesto rimane l’anticaduta per i capelli. Molto utile e molto efficace è il PRP. Platelet Rich Plasma, che in italiano significa plasma ricco di piastrine. Non è altro che un prelievo del proprio sangue ( due provettine), centrifugato e preso solo la parte più nobile, dove ci sono fattori di crescita e cellule staminali. Questo prodotto autologo (del proprio organismo), ha grosse potenzialità rigenerative e riparative. Utilizzato in diverse branche mediche e chirurgiche per accelerare i processi di riparazione e di rigenerazione. In medicina estetica utilissimo per il ringiovanimento delle regioni foto-esposte come viso, collo, décolleté e mani. Utilizzato moltissimo per la caduta dei capelli. Studi scientifici hanno dimostrato che rallenta la caduta dei capelli, irrobustendo il fusto aumentandone il diametro e riduce lo stato infiammatorio del cuoi capelluto, causa spesso di questo inestetismo.

Altra cosa molto richiesta dagli uomini è l’epilazione laser. Il laser colpisce il cromoforo del pelo e lo brucia, lo danneggia. Ripetendo questo trattamento ogni 28 giorni, ciclo della ricomparsa del pelo, si è visto che diminuisce la ricomparsa, fino a farlo sparire completamente dopo 7-8 sedute. Vi sono diversi tipi di laser per l’epilazione, ognuno ha un target diverso e molto specifico per quel tipo di pelo. Sconsiglio l’utilizzo nei centri estetici per l’efficacia del macchinario, in quanto un estetista non potendo utilizzare un macchinario elettro-medicale (con determinate potenze e di conseguenza determinate efficacia), ne utilizzano vari di minor potenza e creano una diminuzione della sezione del fusto, ma non la scomparsa. Dopo non si può più trattare con i laser medicali, in quanto non è più possibile “leggere” il pelo da parte dello strumento. Ultima considerazione, se capita una complicanza, cosa che vedo spesso, come ustioni, vescicole e discromie, l’operatrice non sa come gestirle e soprattutto, oltre alle competenze, non ha una assicurazione che possa risarcire il danno creato.

Vai all’articolo
2018-12-04T17:03:20+00:00dicembre 17th, 2017|News|
WhatsApp WhatsApp